Dispostivi medici di classe IIa ad uso orale con

‘Effetti della supplementazione di zeolite sui parametri di integrità della barriera intestinale,infiammazione, redox e biologia e prestazioni in soggetti in allenamento aerobico’ Lamprecht, Bogner, Steinbauer, Schuetz, Greilberger, Leber, Wagner, Zinser, Petek, Wallner-Liebmann, Oberwinkler, Bachl, Schippinger. PMID: 26500463 [PubMed - indexed for MEDLINE] PMCID: PMC4617723

 

Background: Questo Studio ha valutato se la supplementazione con zeolite influenza i marker della permeabilità delle pareti del tratto gastro-intestinale e i parametri dell’ossidazione e dell’infiammazione in individui con allenamento aerobico, e se questa può aumentare le loro prestazioni. 

Metodi: In uno studio randomizzato, in doppio cieco controllato con placebo, 52 uomini e donne allenati, con grasso corporeo simile, non fumatori, tra i 20 e i 50 anni, hanno ricevuto 1,85 gr di zeolite per 12 giorni. Sono stati raccolti campioni di feci per determinare i marker biologici della integrità delle pareti intestinali. Dal sangue sono stati rilevati marker per l’attività antiossidante e l’infiammazione sia all’inizio che alla fine dello studio.  

Risultati:  All’inizio entrambi I gruppi hanno mostrato una concentrazione di zonulina al di sopra della norma. Dopo 12 settimane con zeolite, la zonulina era diminuita significativamente (p < 0.05) nel gruppo supplementato. IL-10 è aumentata tendenzialmente (p < 0.1) nel gruppo con zeolite. Non c’erano significativi cambiamenti negli altri parametri. La zonulina, ormone gastrointestinale è il segnale che regola l’apertura delle giunzioni tra          le cellule che pavimentano l’intestino, è descritta come il principale modulatore fisiologico intercellulare delle giunzioni occludenti. Le giunzioni occludenti sono strutture proteiche che rappresentano la barriera più importante all'interno del percorso paracellulare intestinale e sono, pertanto, fattori chiave della permeabilità intestinale. Regolano il movimento di fluidi, macromolecole e leucociti tra sangue e il lume intestinale e viceversa.

Conclusioni: Dodici settimane di supplementazione con zeolite hanno portato benefici effetti alla integrità delle pareti intestinali come dimostrato dalla decrescita del modulatore delle giunture occludenti. Questo era accompagnato da un leggero effetto antiinfiammatorio nello stesso gruppo. Note finali: Gli aumenti delle concentrazioni di zonulina sono collegati ai cambiamenti della capacità delle giunzioni occludenti e regolano la permeabilità intestinale. La "perdita" nel percorso di assorbimento para-cellulare consente agli antigeni di passare oltre l'ambiente intestinale, sfidando il sistema immunitario e provocando una risposta immunitaria con conseguente infiammazione         e stress ossidativo. Oltre alle cellule del fegato, anche le cellule intestinali sono in grado di sintetizzare la zonulina e il sistema della zonulina può essere attivato da proteine alimentari (in particolare gliadina) o batteri enterici.